QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

slide0176_image063                       slide0176_image064

Imparare una lingua significa anche imparare un modo per comunicare. L’approccio audio-linguistico si basa sull’uso contestuale del linguaggio e sottolinea l’importanza di attività che sviluppino le capacità di ascolto e comprensione e di espressione orale di ogni studente, le cui performance aumentano quando si trova a verificare da solo le proprie risposte.
È evidente che in qualsiasi situazione di apprendimento, e in particolare nell’apprendimento di una lingua, uno dei requisiti fondamentali è la concentrazione. Pertanto, in un laboratorio di apprendimento linguistico si deve offrire un ambiente di lavoro nel quale sia rispettata la possibilità di esercitarsi da soli e di valutare individualmente i progressi fatti. Inoltre, la didattica laboratoriale consente di formare piccoli gruppi di discussione in cui lo studente si possa esercitare e fare pratica, interagendo sia con l’insegnante sia con il gruppo di lavoro. Infine, non bisogna dimenticare che imparare dev’essere un piacere: obiettivo facilmente raggiungibile in laboratorio, sia attraverso i quiz sia attraverso le varie attività multimediali che vi si possono praticare.
Il laboratorio è dotato di 13 postazioni fruibili da 26 studenti,e una postazione doppia per il docente.
Controllato da un software di gestione piuttosto versatile e intuitivo, il laboratorio consente – nella medesima sessione di lavoro – di eseguire compiti e attività preimpostate dal docente a seconda del livello di preparazione degli studenti o del traguardo proposto.
Nel laboratorio è possibile non solo vedere videocassette e dvd, ma anche eseguire (singolarmente o in gruppo) esercizi guidati inviati dal docente; ogni postazione ha in dotazione un paio di cuffie per la riproduzione di audiocassette/cd e un microfono handsfree per la comunicazione docente-classe, studente-classe o docente-studente.
Il docente infatti sceglie il materiale (audio,video o altro) per la classe e lo condivide con quest’ultima attraverso il proprio computer; il docente può inoltre permettere a uno o più singoli studenti di interagire coi compagni sia autorizzando una postazione a dialogare con le altre via cuffia, sia invitando un utente del gruppo ad accedere alla postazione centrale, le operazioni della quale sono condivise automaticamente da tutti i computer dell’aula.

 

 

image072                    slide0168_image070                        slide0168_image068

Il laboratorio enologico dell’istituto Agrario, dotato delle attrezzature idonee per la vinificazione, la microvinificazione e la distillazione, nasce con lo scopo di offrire agli studenti un ambiente atto a concretizzare le conoscenze apprese nelle materie fondanti caratterizzanti il proprio corso di studio. 

                  slide0168_image074              slide0168_image076

Il laboratorio enologico è dotato inoltre di un reparto per la microvinificazione in collaborazione con la Regione Campania e con l’Università Federico II di Napoli. Lo scopo di tale laboratorio è quello di rivalutare vitigni in fase di estizione.
L’uso della cantina didattica, pertanto, si rivela un momento decisivo in quanto consente agli studenti, di focalizzare la propria attenzione sugli aspetti essenziali  e rilevanti di un problema articolato, complesso e interdisciplinare “problem setting” e successivamente valutarne le diverse soluzioni possibili “ problem solving”.

La cantina didattica quindi si rende necessaria quale momento di crescita per gli studenti, in quanto richiede impegno e partecipazione attiva degli stessi nelle varie fasi che vanno dalla raccolta alla trasformazione dell’uva fino all’ imbottigliamento ed etichettatura del prodotto finito.

                     

Tutta la filiera vinicola è a completamento della produzione di uva nelle aziende della scuola. Le attività si svolgono per l’intera durata dell’anno scolastico e con continuità a partire dalla fondazione dell’istituto.

 

SDC11695-150x150                                     SDC11692-150x150

                                                            
Obiettivi Generali della Disciplina

> Organizzare le attività produttive ecocompatibili
> Gestire le attività produttive e trasformative valorizzando gli aspetti qualitativi dei prodotti
> Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti
> Redigere relazioni tecniche
> Interpretare ed applicare le norme comunitarie, nazionali e regionali relative alle attività agricole integrate
> Conoscere le basi per un piano di miglioramento genetico a livello di razza e a livello di allevamento
> Fornire le conoscenze biologiche e tecniche necessarie per interpretare le esigenze degli allevamenti nei rapporti con le aziende agrarie
> Saper organizzare una azienda zootecnica in base alle produzioni foraggere aziendali,
> Saper formulare una razione alimentare in funzione delle produzioni animali

SDC116972-150x150                                                         

Il laboratorio è attrezzato per lo studio dell’anatomia e la fisiologia degli animali in produzione zootecnica e la zoognostica, grazie ai reperti anatomici delle seguenti specie(bovina, pecora, suino, pollo), i microscopi per l’osservazione dei vetrini dei principali tessuti e organi,
Lavagna interattiva multimediale (LIM) in rete per i collegamenti ai siti di interesse agronomico zootecnico(agraria. org – Rota, etc) per lo studio delle principali specie e razze allevate, per il miglioramento genetico e per la formulazione di razioni alimentari.

           

Comunicazioni relative alle misure di sicurezza Covid_19

URP

Istituto Superiore
Istruzione Secondaria
via Tuoro Cappuccini 44
83100 AVELLINO
Tel: 0825 1643323-(24)-(25)-(26)
Fax: 0825 1643322 - Sede Agrario Domicella 081 0126387
PEO: avis028006@istruzione.it
PEC: avis028006@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. AVIS028006
Cod. Fisc. 80000030645
Fatt. Elett. UFC8Z8