QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

slide0183_image067

Il laboratorio è al suo primo anno di vita, non tutte le attività vengono effettuate all’interno del locale, parte delle ricerche e le tecniche di produzione e gestione vengono effettuate all’esterno in pieno campo, nella parte antistante al laboratorio dove sono presenti i terreni dell’azienda con le diverse colture e spazi a verde ornamentale. La struttura è in fase evolutiva, si è in attesa di creare le condizioni per svolgere le attività esterne anche nel periodo invernale quando le condizioni climatiche sono avverse, attraverso la realizzazione e sistemazione di Serre e tunnel. Il laboratorio con le sue attività si propone di far raggiungere agli allievi alcuni obiettivi di base.


Obiettivi Disciplinari Irrinunciabili:

Conoscere gli elementi fondamentali e propedeutici per una corretta gestione del suolo e delle colture
Sensibilizzare gli allievi alle problematiche relative alla salvaguardia ambientale e alla
gestione razionale del territorio.
Stimolare la valorizzazione e la corretta gestione delle risorse.
Conoscere le tecniche agronomiche fondamentali e propedeutiche all’analisi tecnica ed economica dell’azienda agraria.
Conoscere le tecniche colturali sia delle piante erbacee che arboree di maggiore interesse.
Stimolare la valorizzazione del verde pubblico e la consapevolezza dell’importanza che nel futuro professionale avranno la progettazione di parchi e giardini e le tematiche connesse alla loro gestione e conservazione.
Conoscere le principali fitopatie e riconoscere i danni provocati dagli insetti fitofagi per le specie di maggiore interesse agrario, ricollegandosi alle caratteristiche degli ordini e famiglie.
Conoscere i principali insetticidi, le modalità di azione, il campo di impiego, la normativa che ne regola l’uso e l’impiego.
Conoscere le tecniche di difesa sia delle piante erbacee che arboree di maggiore interesse.
Saper effettuare una corretta diagnosi ed elaborare una corretta soluzione di contrasto ai patogeni e ai parassiti, nel rispetto delle norme attuali e nelle diverse tipologie aziendali.


CONTENUTI DELLE DISCIPLINE TRATTATE

Agronomia

  • L’ecosistema; Il clima e le piante; Natura ed evoluzione del suolo; Lavorazioni del terreno; Bonifica ed irrigazione; Nutrizione e concimazione delle piante; Avvicendamento e rotazione; Struttura della pianta; Metodi di propagazione delle piante; Controllo delle infestanti; Le principali colture erbacee ed arboree; Elementi di Selvicoltura;
  • Coltivazioni erbacee
  • Le graminacee: Frumento tenero e Duro; Orzo; Avena e Segale; Mais; Sorgo; Riso;
  • Principali graminacee da foraggio.
  • Le leguminose:
  • da Granella: fagiolo, pisello, fava, ceci, soia.
  • da Foraggio: erba medica, trifogli, sulla, lupinella, favino, veccia, ginestrino;
  • Piante da pieno campo
  • Orticole: patata, pomodoro, melanzana, peperone
  • da industria: barbabietola
  • Aromatiche: varie
  • Oleifere:soia, girasole, colza
  • Erbai, prati e pascoli
  • Erbai: autunno, primaverili, estivi.
  • Prati: consociazioni monofiti e polifite.
  • Pascoli: composizione floristica, produzione, tecnica di pascolamento, tecnica di
  • Miglioramento dei pascoli.
  • Energetiche o non food
  • Coltivazione arboree
  • Vite; Nocciolo; Noce; Olivo; Castagno; Melo; Pero;
  • Delle suddette colture saranno trattate l’origine e la diffusione, morfologia, ciclo vegetativo, esigenze ambientali, tecnica colturale, avvicendamento e scelta varietale, miglioramento genetico e avversità.
  • Entomologia
  • Origine e classificazione degli insetti;
  • Anatomia e fisiologia degli insetti;
  • Accrescimento post-embrionale;
  • Classificazione e caratteristiche generali dei principali ordini
  • Classificazione e caratteristiche degli Acari e Nematodi

 

Patologia

Fitopatologia generale; Ferite, carie e stabilità degli alberi; Fisiopatie; Micopatologia; Gli eumiceti; Batteriologia; Virologia; Fitoiatria; Mezzi e metodologia di controllo: biologici, agronomici, meccanici, fisici, chimici ; Lotta integrata; Cereali vernini ed estivi; Leguminose foraggere, erba medica, trifoglio; Girasole; Patata; Pomodoro e altre solanacee (melanzana e peperone); Vite; Nocciolo e Noce; Olivo; Castagno; Melo e pero.


LE ATTIVITÀ SVILUPPATE DAL LABORATORIO

  • Riconoscimento dei semi
  • Tecniche di germinazione
  • Requisiti per la certificazione dei semi e delle piante
  • Tipi di seme certificato ed etichettatura
  • Miglioramento genetico
  • Elementi di botanica sistematica e riconoscimento delle famiglie, genere, specie e varieta’
  • Conservazione del germoplasma in sito ed extrasito
  • Tecniche di propagazione dei vegetali: innesto, talee e micropropagazione
  • Produzione di materiale/piante di ortaggi, frutto e fiori con diverse tecniche: semina,talee e micropropagazione
  • Tecniche di lavorazione dei terreni e sistemazioni idraulico agrarie
  • Tecniche di coltivazione in pieno campo, coltura protetta e fuori suolo
  • Tecniche di diagnosi e riconoscimento delle principali fitopatie
  • Riconoscimento dei danni provocati dagli insetti fitofagi
  • Riconoscimento degli insetti di maggiore interesse agrario, ricollegandosi alle caratteristiche degli ordini e famiglie.
  • Tecniche di difesa (profilassi e cura) delle piante erbacee e arboree di maggiore interesse nel rispetto delle norme attuali e nelle diverse tipologie aziendali.
  • Tecniche di conservazione dei prodotti
  • Tecniche di trasformazione dei prodotti
  • Individuare tipi di interventi agronomici e fitoiatrici rispettosi dell’ambiente;
  • Analizzare gli effetti degli interventi sulle caratteristiche del suolo, delle acque e dei prodotti, oltre che sulla salute degli operatori e dei consumatori;
  • Ricercare, a parità di efficacia interventi più economici e a basso impatto;

 

RISULTATI ATTESI in termini di Conoscenze, Competenze e Capacità

Essere consapevoli della relazione esistente tra le capacità sviluppate mediante i diversi insegnamenti e le competenze utili nella futura attività lavorativa
Essere consapevoli che i processi produttivi sono caratterizzati da una continua e rapida evoluzione
Essere consapevoli dello stretto rapporto esistente tra lo sviluppo tecnologico e scientifico e la tutela dell’ambiente.
Il laboratorio è localizzato al piano terra della scuola entrando dal lato posteriore, le dotazioni sono costituite da postazioni di microscopia, stufa, frigo, autoclave, deionizzatore e strumenti elettronici per le analisi sull’ambiente e per i rilievi climatici.

URP

Istituto Superiore
Istruzione Secondaria
via Tuoro Cappuccini 44
83100 AVELLINO
Tel: 0825 1643323-(24)-(25)-(26)
Fax: 0825 1643322
PEO: avis028006@istruzione.it
PEC: avis028006@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. AVIS028006
Cod. Fisc. 80000030645
Fatt. Elett. UFC8Z8